UFFICIO NAZIONALE PER I BENI CULTURALI ECCLESIASTICI E L'EDILIZIA DI CULTO
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Progetto archivi ecclesiastici

Come aderire
22 settembre 2009



L'attenta lettura del Progetto diocesano è indispensabile per dare la corretta impostazione al progetto. Sulla base del presente documento vanno stilati i seguenti moduli di adesione:




Per la corretta compilazione del progetto di intervento archivistico è stato approntato il seguente documento: Suggerimenti per la stesura del progetto di intervento archivistico



La documentazione (punti 1, 3 , 4, 5) deve essere firmata dal responsabile dell'archivio, dall'incaricato diocesano per i beni culturali o dal superiore, sempre vistata dall'ordinario diocesano e inviata in originale a:



Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto

della Conferenza Episcopale Italiana

all'attenzione della dott.ssa Francesca D'Agnelli

Via Aurelia, 468

00165 Roma


FAQ



Quali obblighi comporta l'adesione al progetto?

Gli archivi che partecipano al progetto CEI-Ar sono tenuti a richiedere - almeno una volta l’anno – un controllo qualità (report) sulla banca dati in corso di realizzazione (visibile e gestibile nel sistema Terminal Server soltanto dall’istituto conservatore).

La richiesta di report va inviata all’indirizzo di progetto ceiar@chiesacattolica.it, con oggetto "Richiesta report su campione base dati prodotta con CeiAr TS".


Alla mail dovrà essere allegato il modulo di accompagnamento della base dati (scaricabile al punto 6), dove potranno essere chiarite le caratteristiche del campione della base dati che si intende far visionare (ad esempio se è stata integrata la descrizione di un nuovo fondo/serie, se sono state inserite nuove unità archivistiche, se è stata svolta l’attività di revisione sulle schede entità, oppure altre particolarità da segnalare).

Le banche dati realizzate rimangono di proprietà degli enti proprietari dei beni e l’Ufficio BCE offre agli archivi aderenti l’opportunità di poter dare maggiore visibilità alla propria documentazione attraverso la pubblicazione dell’inventario sul portale BeWeB. Le modalità per poter pubblicare la propria banca dati sul portale BeWeB sono indicate agli archivi aderenti al progetto CEI-Ar nel Forum Archivi.

La CEI percorre ogni soluzione possibile per la corretta consultazione dei dati, per il rispetto della privacy e per la sicurezza dei beni.


Quanto può durare il progetto?

Il responsabile diocesano, o il responsabile dell’archivio ecclesiastico,  procederà a definire un programma complessivo di intervento con la specifica annuale della schedatura tenendo conto delle risorse economiche e umane a disposizione.



C'è una scadenza per presentare la documentazione di adesione?

Non ci sono scadenze: gli archivi diocesani, o di altri enti religiosi, possono presentare in qualsiasi momento dell’anno la domanda di adesione al progetto CEI-Ar. L’Ufficio organizza di norma un unico corso annuale introduttivo all’uso del software indispensabile per il reale accesso al progetto. E’ consigliabile pertanto organizzare l’ingresso dell’archivio tenendo conto della data dell’incontro di formazione fissato dall’Ufficio.