UFFICIO NAZIONALE PER I BENI CULTURALI ECCLESIASTICI E L'EDILIZIA DI CULTO
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Informazioni generali

26 ottobre 2016

L’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della Segreteria Generale della Conferenza Episcopale Italiana è stato istituito dal Consiglio Episcopale Permanente il 27 settembre 2016.

Nei propri ambiti di competenza l’Ufficio costituisce lo strumento operativo al servizio della Segreteria Generale della Conferenza Episcopale Italiana nella collaborazione con le Diocesi, le Conferenze Episcopali Regionali e le Società di vita apostolica in tutto ciò che riguarda l’edilizia di culto, la tutela e la corretta valorizzazione, l'adeguamento liturgico e l'incremento dei beni culturali ecclesiastici.

La competenza dell'Ufficio si estende anche alla cura degli archivi, delle biblioteche, dei musei, delle collezioni ecclesiastiche.

 

Compiti dell’Ufficio:

  1. consulenza e orientamento nelle materie di competenza anche nel contesto più ampio delle esigenze di programmazione: beni culturali (conoscenza del patrimonio storico artistico, tutela, valorizzazione, promozione, restauro) edilizia di culto (qualità della progettazione e gestione del processo edilizio);
  2. predisposizione della proposta del piano annuale dei finanziamenti sulla base delle risorse annualmente stanziate dall’Assemblea Generale della CEI e delle richieste delle diocesi, gestione delle pratiche e delle problematiche ad esse collegate;
  3. attività di ricerca anche attraverso corsi sui contenuti nelle materie specifiche a servizio delle diocesi sugli aspetti tecnici e gestionali;
  4. formazione, animazione e consulenza, assistenza agli enti ecclesiastici e civili, anche attraverso relazioni stabili con le Consulte Regionali e le Diocesi nei campi diversi di interesse;
  5. relazione con gli organi del Ministero per i beni e le attività culturali e il turismo, le Associazioni ecclesiali di settore, i movimenti ecclesiali, il mondo universitario e i consigli nazionali degli ordini professionali.

 

Per quanto riguarda le questioni attinenti la liturgia, il turismo, la catechesi, i problemi giuridici, che risultano connesse con la conoscenza, tutela, manutenzione, fruizione, promozione e valorizzazione dei beni culturali e le necessità delle comunità ecclesiali per adeguati luoghi di culto e di attività pastorale, l'Ufficio procede in collaborazione e d'intesa con i competenti Uffici, Servizi e Organismi della Segreteria Generale della CEI.

 

In spirito di servizio verso le Chiese particolari, mantiene viva e assidua la comunicazione con i Vescovi delegati delle Conferenze Episcopali Regionali e con gli incaricati regionali e diocesani del proprio ambito pastorale.

Collabora con istituzioni, organismi e aggregazioni a livello nazionale e internazionale che operano nel suo settore di competenza.

 

ALLEGATI